Tutto é iniziato con un imprenditore visionario, innamorato della propria terra.

Non è possibile comprendere la filosofia attuale della Cantina Villa Pigna se non facciamo un breve excursus sulla sua storia dalla fondazione ad oggi.

Questo viaggio non può che partire dalla figura del suo fondatore, Costantino Rozzi, nonché mio padre.

Imprenditore dalle mille sfaccettature, nelle sue azioni è stato sempre guidato e ispirato dal profondo e incondizionato amore per la sua terra; dalle strade ai ponti, dagli alberghi ai ristoranti ha sempre valorizzato quel senso di appartenenza al territorio che amava tanto da ricoprire per più di 30 anni il ruolo di presidente dell’Ascoli Calcio, portando la squadra a militare per svariate stagioni nei campionati di serie A e B.

Con una tale personalità, è stata solo una questione di tempo prima che sbocciasse l’amore anche con la viticoltura; l’acquisto delle prime vigne risale infatti al 1968.


Spirito ambizioso e sempre alla ricerca di nuove sfide, comprende subito che per “conquistare il mondo” con il rosso piceno, le vigne da sole non sono sufficienti; per questo motivo nel 1970 costruisce la cantina completamente immersa e circondata dalle vigne, che si estende per oltre 7000 metri quadrati su due livelli di cui uno interrato, consentendo di avere un locale dedicato all’affinamento del vino naturalmente climatizzato a temperatura costante sia d’inverno che d’estate.

Il Piceno nel mondo: le sfide per il futuro.

Il successo della Cantina Villa Pigna è inarrestabile negli ultimi decenni del secolo scorso, rappresentando l’avanguardia del movimento enologico piceno con i suoi vini commercializzati e degustati in tutto il mondo. La produzione raggiunge dei picchi superiori ai 2 milioni e mezzo di bottiglie annui con clienti di altissima fascia tra cui la possibilità di rappresentare il Piceno anche all’interno di Alitalia.

L’azienda rimane sempre nelle mani della mia famiglia anche dopo la morte di mio padre; periodi meno positivi si sono susseguiti a grandi risultati in un contesto, quello dei primi anni 2000, che ha cambiato fortemente il mondo in cui viviamo e ancor di più il mondo del vino, sino a quando ad inizio del 2020 con mio figlio Giorgio, decido di acquisire tutta l’azienda dai miei familiari per affrontare nuove sfide, esattamente come mio padre avrebbe voluto.

La nostra filosofia

Scopri come abbiamo deciso di affrontare le sfide del nuovo millennio, evolvendo la nostra identità aziendale.

Rosso Piceno Superiore

Degusta senza rischiare, acquista direttamente da produttore, a casa tua in 24 ore. Scopri la promo Rozzano dedicata a te!